sabato 14 aprile 2012

PIANO REGIONALE TRASPORTI ? NO, PIANO DI CEMENTIFICAZIONE !

La V.I.A., concessa pochi giorni fa dall'apposita commissione regionale al PRIT (piano regionale integrato dei trasporti), ha del grottesco!

Il PRIT prevede una ed una sola opera che riguarda il Trasporto Pubblico Locale (TPL) -la galleria sotto il Morrone- e per giunta anche nel posto sbagliato, in quanto rischia di intercettare la riserva d'acqua dell'acquedotto del Giardino, con conseguenze facilmente immaginabili sull'approvvigionamento idrico della vallata del Pescara e non solo! Ma non basta! Si vara un'opera i cui finanziamenti non sono disponibili!!! Per il resto solo opere stradali che rovineranno definitivamente quel po' di ambiente ancora incontaminato della costa e deturperanno le nostre belle colline con strade e transcollinari, i cui interessi fanno capo ai soliti grandi cementificatori .

Un piano del TPL innanzitutto

l Dovrebbe coinvolgere le popolazioni interessate, giacché il trasporto pubblico è al servizio della cittadinanza e dei bisogni di mobilità che essa esprime. E se i cittadini non usano tali mezzi, il TPL va in forte deficit e viene messo in discussione alla radice, perché coloro che ne hanno bisogno, a quel punto, usano i mezzi privati. Questo nei mesi scorsi i Cobas hanno richiesto in tutte le sedi, ma INVANO!

l Un piano è integrato, se contempla l'armonizzazione del trasporto ferro-gomma. Anche su tale questione i Cobas hanno contestato negli incontri istituzionali avuti l'assenza di tale armonizzazione

l Nulla è detto sul ruolo che deve svolgere la ferrovia Sangritana, probabilmente in omaggio a quel presidente di Trenitalia, che ha tagliato fuori il medio Adriatico dal trasporto veloce su ferrovia. Ancora peggiore è la situazione della Pescara-Roma, sulla cui tratta ormai si viaggia a passo... di cavallo!

E potremmo proseguire con l'azienda unica regionale, che ormai sembra essere divenuta un segreto di stato. Ma ci fermiamo qui per non tediare i lettori.

I Cobas, a questo punto, CONFERMANO LO SCIOPERO DI 8 ORE di Venerdì 20 APRILE del TPL in ABRUZZO (GTM+ARPA+SANGRITANA) e si batteranno con ancora più convinzione per favorire lo sviluppo di comitati di scopo, insieme ai quali costruiranno la MOBILITAZIONE.

La lotta, quindi, diventa necessaria, impellente e decisiva.

Confederazione COBAS Abruzzo

Nessun commento:

Posta un commento