martedì 8 gennaio 2013

I BAMBINI AL POTERE


Il Pdl vastese ad un bivio
“Che devono fare i bambini!”. Già, i bambini. Capita, ma solo a chi non ha occhi per vedere, di non rendersi conto che intanto una nuova generazione si sia fatta avanti, con le sue idee, con le sue capacità e con la sua voglia di fare. Ma anche, in qualche caso, con la capacità di farsi eleggere nelle varie assemblee locali. Marco di Michele Marisi ha avuto il merito di buttare una pietra nello stagno (tale ormai è diventato il centro-destra vastese) e di dare una scossa ad ambiente fin troppo assopito. L’evanescente gestione commissariale del Pdl, viceversa immaginata come propedeutica ad un rilancio del partito, ad un rinnovamento appunto generazionale, lo scarso peso specifico di consiglieri regionali poco attenti o poco capaci rispetto alle esigenze del territorio, la batosta alle elezioni del 2011: tutti epifenomeni di un sostanziale fallimento, parrebbe neanche avvertito in quel di Chieti. Contenti loro, contenti tutti. A questo punto, piuttosto che attendere l’ineluttabile, il tracollo finale, piuttosto che crogiolarsi nel dolce far niente, val bene qualsiasi iniziativa, a cominciare da una auto-convocazione di iscritti e simpatizzanti, una assemblea aperta a tutti coloro che abbiano qualcosa da dire e da proporre. Seppe farlo, tanto tempo fa, con risultati che segnarono, in positivo, la storia di questa Città, l’indimenticato Silvio Ciccarone: l’intuizione del sindaco farista, come spiega Costantino Felice nella sua pregevole storia di Vasto, nacque in buona sostanza da un atto di coraggio, da un moto di ribellione civile. Qualcuno si faccia avanti.
Giacinto Zappacosta

pubblicato su piazzarossetti.it

2 commenti:

  1. Bellissimo ritratto10 gennaio 2013 11:16

    Solo per specificare che il ritratto è di Paolo Dongu, artista san salvese e che il titolo dell'opera è: "aspetta!!!"

    RispondiElimina