sabato 9 maggio 2015

Gli allievi della I E della Scuola Secondaria di primo grado “G. Rossetti” recitano il Goblin Market di Christina Rossetti



Grande giorno l’8 maggio per la fiaba di Christina Rossetti “Goblin Market”. Mentre al Teatro “Rossetti” di Vasto andava il scena il primo spettacolo “Le fiabe di Cristina Rossetti: Mercato dei folletti e Il cammino del principe”, regia dell’attore Vastese Pietro Bontempo, nella Scuola Primaria “Martella” gli allievi della classe I E ad indirizzo musicale della Scuola Secondaria di primo grado “G. Rossetti” hanno messo in scena, in un teatro gremito di bambini, ragazzi e adulti, una riduzione teatrale della fiaba “Goblin market” curata dall’attrice Mariaelena Fresu che, con grande disponibilità, serietà e competenza, ha seguito i ragazzi in un percorso, oltre che piacevole, di grande valenza didattica. Hanno collaborato i docenti L. Di Edoardo (lingua inglese), C. Di Pardo (arte e immagine), R. Felice (lettere).
Lo spettacolo è stato in realtà il momento conclusivo di un progetto pluridisciplinare che ha visto gli allievi impegnati in diverse attività che hanno fatto loro conoscere e apprezzare la prestigiosa famiglia Rossetti. Si è partiti dallo studio dei membri  dell’illustre famiglia e questo primo percorso si è concluso con la visita al Centro Europeo di Studi Rossettiani dove, grazie alla disponibilità di ricercatori, i ragazzi hanno appreso anche curiosità e aneddoti sui Rossetti. Successivamente è stata loro proposta un’attività di analisi testuale della fiaba “Il mercato dei folletti” e di scrittura di una sintesi del testo. Nel laboratorio artistico curato dalla Prof.ssa C. Di Pardo secondo il metodo Bruno Munari i ragazzi hanno illustrato con disegni le sequenze della fiaba da loro riassunte. Il risultato è un bellissimo e coloratissimo libro realizzato interamente dai ragazzi. Tra l’altro, nell’Aula gialla del plesso “G. Rossetti” è stata allestita una mostra artistica e di scrittura creativa in cui si possono leggere, degli stessi alunni della I E, alcune delle tante favole  ideate ed illustrate grazie alla loro fervida fantasia.
Momento conclusivo del Progetto è stato il Laboratorio teatrale diretto  dall’artista  Elena Fresu,  in collaborazione con il “Centro Europeo di Studi Rossettiani”. La costruzione dello spettacolo ha anche permesso di svolgere in maniera ludica una serie di attività didattiche, tese a stimolare negli “attori in erba” capacità percettive e motorie: la percezione dello spazio, del movimento, della propria persona in relazione ai compagni, perché realizzare uno spettacolo è un lavoro collettivo che richiede un’attenzione totale all’altro ed un controllo costante sui propri comportamenti; tale attività ha anche avuto come obiettivi l’acquisizione di una maggiore sicurezza, capacità di comunicazione, di memorizzazione e di padronanza del linguaggio.
A conclusione dello spettacolo gli allievi, soddisfatti ed emozionati, hanno ricevuto i complimenti degli spettatori e del Dirigente Scolastico, Prof.ssa M. P. Di Carlo, che ha lodato il loro impegno, la loro bravura, trattandosi di un testo non semplice che hanno in parte recitato anche in lingua inglese, ed ha rivolto loro un invito a continuare sulla strada intrapresa.
Inoltre, il Dirigente ha illustrato ai presenti le motivazioni che hanno portato ad intitolare il nostro Istituto comprensivo all’illustre capostipite di una famiglia che ha fatto propri i valori dell’arte, della cultura, dell’impegno umano, sociale e civile. “Anche noi”- afferma la Prof.ssa M. P. Di Carlo- vogliamo muoverci come una grande famiglia; anche noi ci rispecchiamo nei valori di cui tale famiglia si è fregiata e ad essi vogliamo educare i nostri allievi”.
Strafelici, i ragazzi hanno concluso la loro indimenticabile mattinata assistendo con orgoglio all’ultimo spettacolo in scena al Teatro Rossetti recitato dalle bravissime attrici Caterina Misasi e Loredana Piedimonte.

Rosalba Felice


Nessun commento:

Posta un commento